Paul Di’Anno con i “Children of the damned” a Gavirate(VA)

28 06 2008

Probabilmente non è proprio corretto parlare di manifestazioni a mò di pubblicità, ma come posso tacere di fronte ad un così appetitoso evento.

Fortunatamente questa cavolo di provincia spesso fornisce palcoscenici di tutto rispetto per musicisti anche di un certo spessore.

Come non parlare quindi di Iron Maiden… Proprio dalla mia bocca poi… Che da più di vent’anni pronuncia “Iron Maiden” con una leggiadria orgogliosa.

Paul Di'Anno

Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Porca Waccka adesso m’incavolo!

24 02 2008

Stavo guardando il bill completo del Wacken Open Air 2008.

wacken08

Quest’anno non suonerà nemmeno un gruppo italiano. Ed io quando vedo certe cose m’incazzo… Ma è possibile che tutti gli anni propongono gli stessi nomi?

Leggi il seguito di questo post »





Ladies and Gentlemen… The AC/DC!!!

20 02 2008

Ehhh, piacerebbe poterlo sentire ancora, no???

Sono sempre stato del parere che la speranza sia l’ultima a morire, ma questa volta foooorse ci siamo.

 

acdc

Leggi il seguito di questo post »





Ahhhh… un grande respiro rock!!!

11 02 2008

Ciao pochi lettori!!!

HO FINITO I 39 ESAMI DELLA TRIENNALE di INGEGNERIA PER LA SICUREZZA DEL LAVORO E DELL’AMBIENTE!!!

Finalmente, non ce la facevo più.

Leggi il seguito di questo post »





Metal… a headbangers…story…

28 12 2007

Mi chiedo spesso, essendo metallaro da una vita ormai e fiero di esserlo, quale sia il motivo per cui il metal non si riesca a radicare nella cultura italiana, patria della musica “studiata” e sinfonica.

Appunto ho sempre considerato il metal un’evoluzione particolare della musica sinfonica. Quanti grandi chitarristi (Malmsteen) o gruppi, riprendono, riarrangiano sinfonie di grandi del mestiere di remoti tempi?

Il concetto di metal va ben oltre il luogo comune di casino o rumore. Il metal è un genere dove non basta e non serve far ballare la gente per far capire una melodia. Il metal è la potenza musicale dell’estro umano che si esprime in trentaduesimi o sessantaquattresimi, in scale incredibili e veloci di chitarre o bassi che richiedono ore ed ore di studio.

Anche se le diverse sfaccettature, i diversi generi interni allo stesso heavy trattano spesso motivi poco cattolici, certo chi lo suona deve però aver ottenuto un dono dall’altissimo. E’ un manifesto di quando sia potente un dono divino. Ihihihi!

glts

Leggi il seguito di questo post »